RASSEGNA STAMPA – SETTIMANA 23

La ventitreesima settimana dell’anno 2021, mentre colleziona decessi post vaccino troppo imbarazzanti per esser raccontati, come la giovane Camilla, assiste alla prima vera e propria censura, palese e per nulla negata o camuffata del professor Bellavite, per il solo fatto di aver espresso perplessità sui vaccini. I vari debunker dopo anni di paga si sentono adesso autorizzati a proporre un dossieraggio per dissidenti ricordando in qualche modo l’Indice dei libri e degli autori proibiti. Nel frattempo l’Europa delle libertà procede verso l’adozione del passaporto verde, primo vero e proprio strumento di discriminazione sociale su base vaccinale, con un pericoloso scivolamento dei diritti sociali verso il modello argentino. Le farmacie, come promesso dai rappresentanti della distribuzione vaccinale hanno iniziato a somministrare in loco, in spregio alle norme di sicurezza più basilari.

Sull’altro fronte, quello della resistenza, vengono fatti passi importanti, con numeri significativi che destano preoccupazione; lo si comprende dai titoli e dai toni con cui vengono trattati i 28.000 sanitari che rifiutano la vaccinazione nella sola regione Sicilia, o i 20.000 in Piemonte. Milano invece raccoglie decine di migliaia di manifestanti accorsi anche dall’estero per sostenere i Comitato delle cure domiciliari.

La prossima settimana cercheremo di dar voce alle giovani vittime del velenoso inganno, che dopo aver fagocitato i loro diritti, adesso vuole la loro vita.

 

Rassegna settimanale a cura di Davide Viscusi per R2020

Continua a leggere

Verbale incontro membri Fuoco di Firenze del 05/06/2021

In data 05/06/2021, presso il Parco delle Cascine a Firenze, si è tenuto l’incontro dei membri del Fuoco di Firenze, occasione bellissima per conoscere anche i nuovi aderenti. Obbiettivo principale  di questo gruppo, è quello di informare, risvegliare e stimolare lo spirito critico principalmente dei giovani, in modo che un domani abbiano la consapevolezza e la conoscenza sufficienti per le future scelte. A settembre infatti, organizzeremo eventi ed incontri proprio dedicati ai nostri ragazzi. Ideatore e relatore del progetto, è Fabio Dolfi, naturopata; La nostra grande ambizione, sarebbe quella di proporre il nostro progetto anche nella scuola. I temi principali che affronteremo, riguardano la conoscenza di se stessi, nozioni di benessere, nozioni di domoterapia, nozioni sulla lettura delle etichette per acquisti più consapevoli e meno dannosi per la salute, nozioni sul sistema immunitario.

Abbiamo anche intenzione di invitare professionisti in ambito medico e legale, per dare tutte le informazioni contro corrente, quelle lontane dal pensiero unico e che ci illustrino come possiamo difenderci e tutelarci in questo momento particolare della nostra vita.. Forniremo via via le date dei nostri progetti e rinnoviamo il nostro invito ad aderire al Fuoco di Firenze. Vi aspettiamo!!!!

RASSEGNA STAMPA – SETTIMANA 22

Mentre il progetto globalista, almeno nella nostra penisola, procede inerzialmente beneficiando della coesione ottenuta mediante intimidazione e propaganda, sul fronte della resistenza spirano venti che rendono la missione insicura: L’Azienda Sanitaria piemontese si è accorta che nella sola regione Piemonte ben 20.000 sanitari su circa 56.000 non hanno prenotato o hanno ignorato la chiamata vaccinale.

Scandalo e costernazione affliggono Antonio Rinaudo, commissario dell’Area giuridico-amministrativa dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte, che attraverso il rotocalco sabaudo fa sapere che il manganello si abbatterà presto sui 20.000 (neo)patarini, apostati, colpevoli di non voler aderire alla nuova professione di fede.

E mentre si annuncia l’avvento della terza dose, la qual cosa è anche naturale poichè ogni forma di fede incorpora a modo suo il concetto trinitario, e si cerca di boicottare la fornitura di farmaci antivirali, il fronte della resistenza cresce.

Vedremo: Un interessante traduzione dell’ultimo ricalcolo di efficacia vaccinale pubblicato sul Lancett. Il CDC che ammette la correlazione trombo vaccinale e le compagnie aeree che non vogliono vaccinati a bordo. La Rayanair che rifiuta green pass e discriminazioni vaccinali. La Svezia che abbandona completamente la metodologia del PCR.

Vedremo inoltre un divertente esempio di giornalismo alla vecchia maniera nel quale Pregliasco dimostra la propria inconsistenza.

E ancora manifestazioni e massa critica nelle maggiori piazze italiane per il No Paura Day

 

 

Rubrica settimanale a cura di Davide Viscusi per R2020


 IL RACCONTO PANDEMICO CONTINUA

 

Non c’è due senza tre

Ebbene due dosi non bastano più.

In un fanatico impulso vaccinista il nostro Ministro annuncia la terza dose per tutti. Poco importa se non esiste alcuno studio sui possibili effetti collaterali a medio e lungo termine per le 3 somministrazioni. Poco importa perché tale studio non esiste nemmeno per le due somministrazioni attualmente consigliate. Ma chi ama la precisione vorrà puntualizzare che tale studio è in corso su larga scala.

Milano today

 

Cure sotto sequestro!

Se cura non ci piace. Il Dott Mauro Rango, fondatore dell’associazione italiana Ippocrate, racconta la crociata intrapresa a livello europeo contro il farmaco ivermectina, nonostante si sia rivelato all’atto pratico efficace nella cura delle patologie respiratorie.

Radio Radio

 


SEGNALI DI CEDIMENTO

 

“Vaccini” Covid: un’impalcatura che crolla

The Lancet pubblica nuovi studi che, facendo tesoro della sperimentazione in corso su larga scala, mostrano una significativa riduzione dell’efficacia assoluta dei vaccini, che adesso si attestano nel migliore dei casi allo 0,84%.

“Questo esperimento “vaccinale” ha solo pochi mesi di vita, eppure, negli Stati Uniti, secondo il sistema di segnalazione passiva VAERS i decessi in seguito a iniezioni Covid hanno già superato quelli dei precedenti 21 anni per tutti gli altri vaccini messi insieme, con, oltre ai decessi, più di 227.000  eventi avversi non fatali. Inoltre, è stato riferito che il sistema VAERS registra solo circa l’1% degli eventi avversi reali […]. ”

Comedonschisciotte – Covid impalcatura crolla

 

Se sei vaccinato non prendi l’aereo

Il dottor J. Patrick Whelan, un reumatologo pediatrico, a dicembre 2020 aveva avvertito la Food and Drug Administration (FDA) che i vaccini a mRNA avrebbero potuto causare lesioni microvascolari a cervello, cuore, fegato e reni in modi non valutati negli studi di sicurezza nei sieri autorizzati in emergenza. Whelan ha cercato di allertare la FDA che i vaccini progettati per creare immunità a SARS-CoV-2 può causare invece lesioni.

E ha avuto ragione! Il CDC negli USA, ha riconosciuto che i vaccinati sono a rischio trombosi, e diverse compagnie aeree stanno valutando se vietare l’imbarco ai vaccinati per evitare problemi in alta quota.

Secondo piano – Trombosi in alta quota

 

Rayanair non discrimina

Rayanair, la nota compagnia low cost ha fatto “coming out” annunciando che non farà discriminazioni su base vaccinista. Dunque non riconoscerà alcun passaporto vaccinale, e tutti i clienti, fedeli atei, uomini e donne, vaccinisti incalliti o meno, saranno tutti quanti liberi, senza alcuna discriminazione di sorta di prendere il volo.

Ciò che invece avverrà nei vari gates di arrivo non è ancora chiaro.

No problem flight – Rayanair

 

 Montagnè sconsiglia la terapia genetica

Il celebre premio Nobel, che già nell’aprile 2020 aveva avvertito circa la natura sintetica dei ceppi virali analizzati dal suo team, sconsiglia fortemente le terapie genetiche in corso di sperimentazione.

Radio Radio – Montagnè

 

Dialogo tra un Pregliasco, un Mazzucco e un Cristiano

Luogocomune ospita estratti di un’intervista fatta da Canale Italia, nel quale Mazzucco mette elegantemente alle corde un Pregliasco imbarazzato e sfuggente.

D’altronde questi campioni dell’etica, quando escono dai loro salottini, si rivelano fragili e insicuri.

Intervista da non perdersi !!

  

Il vaccino va riprogrammato

Dopo il tragico decesso di Lisa Shaw, avvenuto ad una settimana dalla vaccinazione e seguito di numerosi trombosi multiple, spuntano le prime ammissioni: il vaccino va riprogrammato.

Ma il nostro lettore non gradisce informazioni furi contento o tendenziose, ragion per cui occorre domandarsi ciò che non sentirete da nessun giornalista televisivo: quante probabilità avrebbe avuto una donna sana di 44 anni di morire a causa di complicazioni respiratorie legate al covid?

Ebbene secondo le tabelle pubblicate del Ministero italiano la probabilità è vicina allo 0%

R2020

 

La Svezia abbandona i PCR

Seguiamo la notizia da diverse settimane, adesso è ufficiale la Svezia abbandona definitivamente i test PCR come strumenti sufficienti di diagnosi per coronavirus.

Radio Radio

 

Santoro si schiera

Il noto giornalista, invitato da Floris, fa notare l’insostenibile convergenza di tutto il sistema mediatico attorno alla vaccinazione. Il conduttore imbarazzato, cerca di ricondurlo alla retta via. Ma il vecchio alfiere dell’informazione è un irriducibile costituzionalista imbevuto di fanatico senso di egualitarismo preconcettico e pericolose tendenze democratiche. Floris è in difficoltà.

Radio Radio

 


 LA RESISENZA

 

Sara Cunial, domande scomode

La nostra parlamentare prende la parola e pone una semplice e disarmante domanda:

“Mi riallaccio all’intervento della collega Sarli […] Dove sta scritto che chi è vaccinato non può essere contagiato e non potrà contagiare, perché non sta scritto da nessuna parte, ne dall’OMS ne tanto meno dall’Istituto Superiore di Sanità, quindi di che cosa stiamo parlando quando parliamo di un vaccino obbligatorio, che non è in grado nè di coprire dal contagio nè tantomeno di impedirne la diffusione? [secondo fonti ufficiali, NDA ] “

E prosegue

“Il prestigioso Salk Istitute ci dice che che la proteina spike può causare enormi danni al sistema vascolare quando alla persona viene iniettata la proteina direttamente o quando tramite i vaccini ad mRNA ne viene proliferata la formazione all’interno del nostro sistema immunitario […] “

La notizia del Salk Istitute

L’intervento di Sara Cunial

 

Torino 20.000 sanitari dicono no

La componente eretica del settore medico sanitario nella sola regione piemontese si attesta a circa 20.000 unità, ricordando una singolare coincidenza col movimento patarino il quale, secoli orsono, osava contestare il primato ideologico del papato romano.

Ventimila sono i sanitari che non hanno risposto alla chiamata vaccinale o non l’hanno prenotata.

Torino Repubblica: 20.000 sanitari no vax

 

Londra, disordini in piazza

I cittadini scendono in massa contro vaccinazione e passaporto sanitario, nel più completo silenzio.

Radio Radio – Francesco Amodeo

 

 

VENEZIA, IN MIGLIAIA IN PIAZZA PER LA MANIFESTAZIONE “DIRITTI E SALUTE OGGI

Non di solo gregge vive il popolo,  e la Commissione R2020 porta in piazza anche la Commissione Giovani di R2020 e riempie la piazza.

La scaletta degli interventi ha ospitato

Ma la notizia più significativa è che la piazza era piena. E non esiste regime in grado di contrastare piazze piene di dissidenti.

Come di consueto, per conseguenza diretta della nuova scienza securitaria, ci si attende una grandissima epidemia che spopolerà la Serenissima, e pertanto gli ospedali di tutta Europa sono stati preventivamente allertati.

Canale Youtube R2020

 

No paura Day 28 maggio Bergamo: Stefano Scoglio

Il noto ricercatore prende la parola nel No Paura Day tenutosi il 28 maggio in diverse citta italiane.

Nella piazza bergamasca erano presenti anche le forze dell’ordine e qualche migliaio di cittadini senza maschera.

Si attende la solita epidemia che decimerà gli abitanti della provincia, allertati gli ospedali di tutta Europa.

Canale indipendente

 

No paura Day 28 maggio Torino

Anche Torino riempie la piazza di pericolosissimi dissidenti privi di ostruzioni respiratorie, come la nuova etica popolare secondo alcuni imporrebbe per il bene comune.

Canale youtube indipendente

 Canale Youtube Roberto Varrone

I 300 dissidenti secondo Repubblica

 

No paura day Massa

Web TV

 

 

VENEZIA, IN MIGLIAIA IN PIAZZA PER LA MANIFESTAZIONE “DIRITTI E SALUTE OGGI” (VIDEO)

Alla manifestazione organizzata dai Fuochi R2020 di Venezia e del Polesine, a Venezia il 29 maggio sotto la sede Rai, hanno partecipato migliaia di persone. Tra queste numerosi avvocati, medici e giornalisti che hanno chiesto “verità”. Qui alcuni degli interventi della giornata.

Continua a leggere

NO alla “Certificazione verde COVID19” – UNA MAIL AL GIORNO!

Continua il mailbombing verso i parlamentari italiani per provare a fermare la conversione in legge del Decreto-legge 22 aprile 2021. Questa settimana sarà cruciale per la conversione in legge del decreto-legge 22 aprile 2021, n.52 recante “misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19”, che prevede l’introduzione di “Certificazioni verdi COVID-19” (art. 9). Un vero e proprio apartheid, incostituzionale, che avvallerà la discriminazione di milioni di cittadini italiani.

Continua a leggere

RASSEGNA STAMPA – Settimana 21

Il capitale, nella volontà di rifeudalizzare i rapporti di forza, questa settimana è riuscito a convertire il legge il Decreto 44, promulgato da un signore non eletto il quale, secondo una certa interpretazione costituzionalista, occuperebbe abusivamente la presidenza del consiglio.

Ebbene nel decreto si istituisce anche l’obbligatorietà vaccinale per il personale sanitario, e la necessità di istituire il pass vaccinale. Tutto questo da qualche giorno è legge di Stato. Ma non bisogna scoraggiarsi, c’era da aspettarselo, e la battaglia, come ricordano i giuristi che seguono il caso, semplicemente si sposta sul terreno dell’incostituzionalità.

Oggi vediamo alcuni recenti esercizi di propaganda terroristica provaccinale, vedremo piazza Nettuno a Bologna piena di cittadini in festa, e la deformazione che ne è stata data dalla stampa di regime. Vedremo inoltre l’esito dell’autopsia sul militare siciliano deceduto a seguito del vaccino,

 

Continua a leggere

PRIMUM NON NOCERE – Intervento di Sara Cunial

Riportiamo il discorso di Sara Cunial alla Manifestazione di Bologna “Primum non nocere” del 22 maggio e alcuni degli altri interventi. Migliaia di eprsone hanno invaso una piazza assolata e mai così viva. Grazie! Grazie Bologna! Grazie agli organizzatori, alle migliaia di persone presenti, ai numerosissimi medici e operatori sanitari. Grazie.

Continua a leggere

“LA DISTILLERIA DEI VELENI”

Il dramma si consuma giorno dopo giorno nel paesotto di Conselve (PD) e siamo nella Bassa Padovana, da sempre terra di conquista, di lottizzazione politica e pattumiera del Veneto con impianti di trattamento rifiuti, discariche e impianti pericolosi, aziende insalubri, Pfas, scandali e partecipate come bancomat dei soliti noti, ecc……una  zona ipersensibile quindi, coi nervi scoperti per le tante vessazioni e soprusi che subisce, dove il dolore per l’inquinamento , le discriminazioni e le ingiustizie è lancinante e coinvolge migliaia di cittadini: a Conselve ad esempio, col caso che si trascina ormai da decenni cioè la distilleria Bonollo, che inquina e rende insopportabile la coesistenza dei residenti con la infinità e i continui disagi e soprusi, le polemiche e i “veleni” scorrono a fiumi…
Bonollo si insedia a Conselve negli anni ’60 con una piccola distilleria  ma negli anni a seguire conosce uno sviluppo esponenziale, eccezionale quanto curioso, inesorabile ma anche tremendamente “sospetto”.
Inevitabile l’associazione ai soliti poteri politici e istituzionali che in queste lande sperdute e per certi versi “dimenticate da dio e da tutti”… hanno sempre deciso “vita, morte e miracoli” delle popolazioni locali e del loro incerto futuro, spesso ubriacate da promesse vane e da corruttele di ogni genere…
Ora la distilleria si è ingigantita cosi tanto che sembra una copia surreale di “Marghera” però incastrata tra quartieri residenziali, coltivazioni e vitigni.
La denuncia riportata dal giornale locale, l’ennesima di altre centinaia e certamente non ultima, evidenzia purtroppo la volontà di molte parti coinvolte (forse quelle istituzionali più per omissioni che per zelo), che si preferisca questa sommessa guerra dei nervi coi cittadini che non ce la fanno più a sopportare fenomeni  molesti tra cui polveri, odori nauseabondi, rumori, inquinamento ambientale ed atmosferico…e l’amministrazione locale che di fatto “nega” l’evidenza “dissimulando” la realtà e “coprendo” tutte le malefatte dell’azienda anzichè  scegliere una buona volta di scoperchiare una pentola così orrendamente traboccante di veleni, omertà, ingiustizia e vergogne inenarrabili. E risolvere definitivamente un terribile stillicidio fatto di indifferenza e diritti negati.
#R2020BassaPadovana
#Bonolloblindata
#poterioccultiproteggonoBonollo‽

#Ribellione #Resistenza #Rinascita