RESISTENZA RIBELLIONE RINASCITA

Si è discusso molto in questi giorni sulle chat dei vari Fuochi, su come migliorare la nostra politica di Resistenza contro le nuove imposizioni e limitazioni dei nostri dittatori sanitari, ebbene mi sembra sia doveroso fare un bilancio di quanto detto, di quanto fatto e, ahimé, di quanto si poteva fare e non si è fatto.

Siamo un Movimento giovane, forse ancora alla ricerca della sua identità e composto da una varietà immensa di persone, ognuno con il proprio background culturale e la propria ideologia politica.

La nostra forza sta nella diversità, soprattutto se impareremo a mettere da parte le divergenze e a lavorare insieme per progetti comuni per il benessere dell’Italia e dei suoi cittadini. Continua a leggere

Siamo alle liste di proscrizione

Il generale Figliuolo ieri ha rilasciato una dichiarazione molto forte e che dovrebbe far pensare anche i piu’ ottusi.
Entro settembre, vuole le liste complete di chi non si e’ vaccinato per farne cosa, non e’ dato sapere.
Come ricordato nell’editoriale di oggi, ci vuole una visione d’insieme per essere in grado di mettere tutte le tessere a posto e capire il grande mosaico che si sta compiendo sotto i nostri occhi.
La domanda principale, a parer mio, e’ perche’ hanno scelto un generale per fare una cosa che sarebbe stata fatta in miglior modo da almeno altre 100 persone, abituate a gestire la logistica, ad esempio i gestori di Amazon che spediscono milioni di pacchi ogni giorno.
Fa tutto parte di un unico disegno, che hanno iniziato a dipingere ormai diverso tempo fa e riguarda ben altro che l’epidemia di Covid19…
LEGGI DI PIÙ
Giuseppe Rago (fuoco di Monsummano Terme)

Relazione riunione fuoco di Verona 20/07

FUOCO DI VERONA

Relazione riunione Fuoco di Verona

LUGLIO 2021

 

 

Un saluto a tutti/e voi dal Fuoco di Verona

mandiamo questa mail con in allegato la relazione dell’incontro del Fuoco di Verona di Martedì 20/07/2021 svolto a Quinto, a cui và un ringraziamento particolare ai padroni di casa che ci hanno ospitato.
In questa serata si è riportato quello che è emerso dall’incontro di interfuochi (incontro regionale di tutti i fuochi del Veneto in cui era presente anche Sara Cunial) e si è parlato e discusso di tante tematiche e attività del Fuoco di Verona, sia quelle già svolte che quelle future .
Purtroppo visto anche l’ora non siamo riusciti a trattare tutti i punti prefissati nell’ordine del giorno, i punti non trattati verranno inseriti nell’ordine del giorno della prossima riunione di agosto,(vedi allegato) indicativamente per il 17 agosto, comunque nè riceverete conferma nei prossimi giorni.
Vi invitiamo tutti a consultare questa relazione , con l’augurio che chi si è iscritto ma non si è mai fatto “vivo” , possa finalmente trovare la forza e la voglia di partecipare e collaborare non chiediamo tanto ma almeno riuscire a partecipare di persona a qualche incontro o attività proposta ; se per motivi personali o di lavoro non riuscite in nessun modo ad essere presenti, abbiamo pensato di mettere a disposizione per voi sulla piattaforma Telegram dei canali per trattare in modo approfondito tematiche che stanno a cuore un po’ a tutti , scuola-lavoro-salute nel nostro territorio.

Ovviamente per far funzionare questi canali c’è bisogno della collaborazione di tutti, con più siamo più informazioni/soluzioni creiamo e riceviamo!.

 

Incontro 20 luglio 2021

Presenti 18 persone

Emanuela sintetizza i temi da affrontare e fa presente che ci sono molti punti da trattare per cui se non si riuscirà a finire tutto si dovrà convocare un’altra assemblea a breve.

  • Azioni fatte
  • Azioni in corso
  • Proposte di azione
  • Problemi
  • Varie

Azioni fatte: resoconto inviato ad R2020 – storia del Fuoco di Verona-  Elisabetta fa girare tra i presenti la stampa del riassunto inviato e pubblicato sul blog di R2020.

Viene fatto un resoconto sulle attività benessere svolte e che si svolgeranno con un riassunto per i nuovi presenti che sono in 5. Si fa capire lo spirito del gruppo.

Si fa una breve sintesi del Flash Mob di Venezia a cui hanno partecipato Emanuela Marina e Claudio. Si evidenzia che molto probabilmente c’è stato un controllo della chat da arte delle forze dell’ordine.

Poi Emanuela introduce l’argomento della partecipazione all’incontro degli Interfuochi evidenziando che la location era aperta a tutti quindi anche i curiosi hanno potuto vedere e sentire i discorsi intavolati durante l’Interfuoco e questo è risultata una mossa vincente.

Sempre Emanuela parla dei primi punti trattati a Jesolo il 18/7/2021

  • È stato istituito un gruppo di responsabili per la gestione della cassa comune che atinge dall’associazione di Moreno per PROPAGANDA, STAMPA, VOLANTINI con FOTORIPRODUTTORE.

Per Verona e Vicenza la responsabile è Marika. Si chiede chi vuole fare da referente per i contatti con Marika. Visto l’imminente necessità di volantini all’unanimità si nominano LUCA E CLAUDIO

  • Giulio di Vicenza (3471215546) è il responsabile dei problemi legati ai sanitari, in particolare di chi vuole entrare in una RSA facendo valere i propri diritti senza sottostare agli obblighi di tamponi .

Anche in questo caso si chiede di nominare un referente per avere contatti con lui. All’unanimità, per caratteristiche pregresse di attenzione all’argomento viene nominata ANNALISA

Che si attiverà per mettersi in contatto con lui anche per collegare dei contatti che lei ha già in questo settore.

  • Paolo di Vicenza ha aperto una chat per la scuola in presenza – anche in questo caso viene chiesto un responsabile che si metta in contatto per coordinare i lavori tra gruppi. Nel fuoco di Verona si propone DAVIDE (insegnate e nuova entrata della serata) e SERENA che ha contatti con altre scuole parentali.

Prende la parola Luca per esporre gli altri punti trattati durante l’Interfuoco e per dare la sua impressione a riguardo. Lui evidenzia che tutti i gruppi hanno lo stesso problema e cioè la partecipazione attiva degli iscritti alle attività da svolgere. Le motivazioni sono legate allo scarso tempo da poter dedicare. Anche lui ha notato la scelta positiva della location che ha dato spazio ad interventi esterni inaspettati.

Anticipa azioni forti da parte di Sara Cunial e di diversi avvocati per destrutturare:

MASCHERINE, TAMPONI, STATO DI EMERGENZA con azioni legali forti e si spera efficaci

Riprende poi l’esposizione dei punti trattati durante l’incontro di Jesolo.

  • Partecipazione ad altre associazioni o gruppi. Sara Cunial non pone nessun vicolo per i singoli iscritti mentre per il fuoco chiede che se deve avvenire questa iscrizione ci deve essere la maggioranza assoluta degli iscritti favorevole all’iscrizione. Ciascun fuoco decide per sè sul da farsi. Sara Spiazzi propone per il prossimo incontro di discutere di questo punto e metterlo all’ODG per decidere cosa vuol fare il Fuoco di Verona in merito chiarendo nel frattempo che ciascun partecipante potrà informarsi su che tipo di gruppi si sta parlando. Emanuela espone di che gruppi si parla

FRONTE DEL DISSENSO

MARCIA DELLA LIBERAZIONE

  • Una volta al mese è obbligatorio pubblicare quello che fa il fuoco sul blog di R2020
  • La chat deve essere solo operativa e non di discussione o confronto. Solo informazioni utili alle partecipazioni ad eventi o firme o chiarimenti sempre a tema. Considerazioni personali o altri commenti si potranno fare in privato con i referenti dei vari argomenti o con il referente della chat.

R202o ci tiene affinché le decisioni vengano prese in presenza durante gli incontri.

  • Togliere i nomi e i riferimenti di medici schierati quindi il referente della chat benessere dovrà provvedere a cancellare eventuali indirizzi o nomi di medici inseriti
  • Si chiede di proporsi come referente che dovrà aggiungere alla chat già esistente di ristoratori e attività commerciali in generale che non chiedono green pass o discriminazioni di vario genere.

Questa persona raccoglierà le segnalazioni dai vari componenti del gruppo e le inserirà nella chat che è già stata creata e che dovrà essere resa accessibile a tutti per poter scegliere tra le attività inserite. Si propone FRANCESCA

  • E’ stato sottolineato che il compito del referente non è un ruolo e che ci dovrebbe essere una rotazione. Si deve comunicare telefonicamente tra i membri del fuoco e se ci sono problemi particolari Sara Cunial personalmente si rende disponibile a risolverli.
  • Pubblicizzare la manifestazione del 23 luglio a Bologna MEGAFONO GIOVANI. Ci saranno ospiti POVIA TOSATTO E RONCHESSO
  • La prossima manifestazione sarà a Lignano Sabbiadoro sarà ad agosto in data da destinarsi

Appena si avrà la data verrà comunicata e si sceglierà chi potrà andare

  • Verrà fatto il prossimo 4-5 settembre a Bolsena l’INCONTRO NAZIONALE DEI FUOCHI e si dovranno nominare 2 referenti in rappresentanza del fuoco di Verona. Vengono fatti i nomi di Luca e Claudio ma ci si riserva di definire bene il tutto al prossimo incontro
  • Sara Cunial ha lanciato un progetto di costruzione di una palazzina dove collocare 4/5 anziani seguiti da OSS che hanno perso il lavoro causa obbligo vaccinale e questo centro potrebbe essere vicino ad una scuola parentale in modo che ci sia uno scambio tra i bambini e gli anziani.
  • Partecipazione alla querela nei confronti dei medici (tolto il ruolo ad Anelli) per le esternazioni circa l’obbligatorietà vaccinale ai bambini (questo punto viene solo esposto)

A questo punto Luca e Claudio presentano il loro progetto che nel frattempo ha preso forma e che è in una fase di completamento. Vedi foto

Uomo sandwich supportato da 2 distributori di volantini con QR code da scannerizzare con titoli e argomenti orientati al risveglio delle masse e contro la censura importa dal regime attuale.

Chiedono consigli sui QR code da inserire. Viene suggerito di inserire il titolo e poi 2 parole chiave di lettura in modo da introdurre l’argomento e che sia visibile da subito.

Il pdf verrà inviato in chat da Luca

La prima uscita potrà poi essere modificata con altri QR code e argomenti diversi suggeriti da tutti.

Viene dato lo spunto da Lorenzo, un ragazzo di 19 anni presente all’incontro, di far indossare il cartellone da un ragazzo giovane e si propone lui stesso per fare almeno il primo test di divulgazione del progetto. Questo perché il messaggio si rivolge soprattutto ai giovani.

Luca ha pensato di chiamare questo progetto QUI RADIO LONDRA in richiamo ai ricordi della seconda guerra mondiale. Il titolo però che appare è “SULLE NOTE DELLA VERITA’”

Si decide di fare una prima uscita test per il 31 luglio al mercato dello stadio di Verona. Arrivo alle 9 con LORENZO E AMICO DI LORENZO (da confermare oppure altro giovane) con cartelloni e LUCA e EMANUELA a distribuire i volantini.

Luca nei prossimi giorni prenderà contatto con Marika per capire come organizzare la stampa dei volantini e si presume che entro il 31 sia tutto pronto per l’uscita.

Emanuela sottolinea che questa iniziativa, durante l’Interfuoco di Jesolo, è stata molto apprezzata da tutti compreso Barillari che ha fatto i complimenti personalmente a Claudio e Luca per l’impegno profuso alla realizzazione del progetto.

Sara Spiazzi chiede di avere un cartellone da portare con se durante la sua attività al mare.

Dopo la prima uscita se ne potranno organizzare altre chiedendo magari anche a musicisti (tipo Chiara di Treviso) di fare attività di richiamo sul pubblico. Si sceglieranno posti affollati di scorrimento

 

 

Il tempo tiranno obbliga a rimandare alcuni punti che dovevano essere trattati:

  • Evento cancellato per mancanza di partecipazione attiva di un numero sufficiente di persone del fuoco per il periodo estivo.
  • si dà solo voce a Paolo che espone un suo quesito caldamente esposto più volte in chat. La sua richiesta riguarda la gestione della comunicazione che ritiene troppo centralizzata e focalizzata sulla presenza e non su mezzi tecnologici. Ha già inviato una mail a R2020 ma non ha ancora ricevuto risposta in merito. Inoltre si stupisce che non ci sia un addetto stampa o addetto alla comunicazione per quanto riguarda i rapporti con l’esterno da parte di R2020. Luca fa notare che in realtà se sono arrivati ad avere così tanti fuochi significa che a comunicazione ha funzionato. In ogni caso si rimanda anche questa discussione ad altra data da definire in chat in quanto molta gente, vista l’ora tarda, è dovuta rientrare ed ha abbandonato l’incontro.
  • Per quanto riguarda la cassa Emanuela la passa ad Elisabetta che terrà il foglio con le entrate e le uscite del FUOCO. Attualmente sono presenti in cassa 162,70 euro

Per i punti non trattati ( CIRCA 15 PUNTI) si rimanda al prossimo incontro la cui data NON VIENE STABILITA DURANTE LA SERATA in quanto molti presenti non hanno dato disponibilità immediata  causa partenza per le ferie estive. Entro il 10 agosto dovrà essere compilato il format individuale della partecipazione a Bolsena e entro il 20 agosto deve essere compilato il format del fuoco di Verona a ratifica delle iscrizioni presentate dai singoli.

 

 

La data viene proposta successivamente in chat e si terrà il 17 agosto alle 17.30 a Bosco Buri (Verona)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ribadiamo ancora una volta l’importanza  in questo momento di stare uniti e condividere idee, pensieri, parole, azioni e invitare ognuno di voi ad aiutare ad alimentare questo fuoco. Abbiamo bisogno di voi fatevi avanti !

 

Se non utilizzi telegram e non intendi utilizzarlo ma ti vuoi rendere disponibile per aiutare e supportare questo gruppo , se non l’hai già fatto in fase di iscrizione , ti invitiamo a farci avere un tuo recapito telefonico o tramite email:  fuocodiverona3@r2020.info o tramite messaggio a un numero di telefono di uno dei responsabili che puoi trovare qui di seguito, questo per venire informati anche da una voce amica di uno dei nostri collaboratori che gestiscono il gruppo , su chi siamo e cosa facciamo.

 

Di seguito vi elenchiamo i canali e le chat messe a disposizione agli iscritti al fuoco sulla piattaforma Telegram, le chat sono raggiungibili solo dopo aver effettuato l’iscrizione al Fuoco di Verona. Noi le abbiamo create e non ci è voluto nulla , ora per farle funzionare serve il vostro aiuto, nel caso non dovessero funzionare nel modo che ci eravamo preposti e non essere cosi efficaci, faremo anche presto a cancellarle, per il momento vediamo come si evolve la situazione poi si vedrà . C’e la necessità che almeno 2 persone per ognuna delle chat nuove create (lavoro/scuola/salute) che hanno a cuore e conoscono bene queste tematiche si rendano disponibili a gestirle un attimino.

 

Contattateci.!

 

 

  1. Chat principale e operativa del Fuoco di Verona (coordinamento e organizzazione tra i vari iscritti per attività/iniziative ) non da utilizzare per discussioni, polemiche o inoltrare continui post o messaggi che possiamo trovare su altri canali di informazione.

link: https://t.me/joinchat/-k5Ge0IF2ZdiZjM0

  1. Canale Fuoco di Verona (qui trovate tutti i documenti importanti e le attività di gruppo proposte dal Fuoco, è una sorta di diario tascabile.

Link: https://t.me/joinchat/KOrU4uKcu1g5N2I8

  1. Chat Cerco / Offro Lavoro chat nata per cercare di connettere quella che è la domanda e l’offerta nel mondo del lavoro da parte degli iscritti, che sia per un lavoro fisso, stagionale o anche per una sola giornata, e comunque un lavoro che sia onesto e dignitoso ( un esempio può essere l’ azienda agricola che chiede disponibilità di manodopera stagionale o può essere l’artigiano o anche il singolo che chieda una mano per una giornata o più, dall’altra parte è utilizzabile anche da tutte quelle persone che hanno perso o sono in cerca di un lavoro, mettendo una sintetica descrizione di quello che stanno cercando )

Link: https://t.me/joinchat/JE736aYKeT02Njk0

  1. Chat Homeschooling chat con la funzione di racchiudere più informazioni possibili sul tema homeschooling e comunque su tutte le scuole alternative a quelle tradizionali presenti sul nostro territorio, per tutti quei genitori attenti alla salute ed educazione dei propri figli.

Link: https://t.me/joinchat/xIxeZVSh6FIwNDQ0

  1. Chat Salute & Benessere l’intento di questa chat è mettere in evidenza e far conoscere tutte le proposte degli iscritti che operano nel campo che ruota attorno alla salute e al benessere (dal massaggio, al corso yoga, al trattamento olistico, ecc. ecc.) e magari cercare di dare un aiuto e supporto a tutte quelle figure sanitarie che si trovano in difficoltà in questo momento.

Link: https://t.me/joinchat/Ol_XsFVXS-A0NjRk

 

A breve riceverete comunicazione per il prossimo incontro del Fuoco programmato per Agosto, per chi ha voglia di collaborare questi sono i nominativi da contattare

Figure di riferimento :                                                    E-mail Fuoco di Verona :
Emanuela :      3356828719                                       fuocodiverona3@r2020.info
Sara :               3467301293
Elisabetta :       3476895120
Francesco :       3456238885
Luca :                3491711878

Grazie e buona giornata.

 

 

Incontro 20 luglio 2021

INCONTRO DEL 17 AGOSTO

PUNTI ALL’ODG

I temi da trattare saranno:

  1. RATIFICA DEL FUOCO AI REFERENTI PER BOLSENA
  2. SCARSA PARTECIPAZIONE ATTIVA DEGLI ISCRITTI AL FUOCO
  3. INVIO DELLE MAIL SOLO A CHI HA PARTECIPATO ALMENO 1 VOLTA ALLA RIUNIONE E QUINDI DECISIONE SU COME COMPORTARSI CON CHI è ISCRITTO MA NON PARTECIPA AGLI INCONTRI O PARTECIPA IN MODO MARGINALE O ESTERNAMENTE
  4. NECESSITA’ DI FARE RIUNIONI QUINDICINALE IN MODO CHE NON SI ACCUMULINO TANTI PUNTI
  5. MANCA 1 REFERENTE CHE CONTROLLI LA GESTIONE DELLA CHAT PRICIPALE (ADESSO C’E SOLO EMANUELA PERCHE MARIANNA NON SI FA PIU’ TROVARE)
  6. PROBLEMI DELLA CHAT (CANALE-PROPOSTA DI ELISABETTA –CHAT PROPOSTA DI FRANCESCO- RIDUZIONE CHAT ESISTENTE A QUELLI CHE INTENDONO PROMUOVERE AZIONI DEL FUOCO – APERTURA NUOVA CHAT DISCUSSIVA DOVE INSERIRE CHI VUOLE CHATTARE MA NON PARTECIPANO ALLE RIUNIONI- PROPOSTA DA EMANELA)
  7. NECESSITA’ DI RUOTARE I REFERENTI
  8. NUOVE PROPOSTE DI AZIONE
  9. PARTECIPAZIONE DEL FUOCO ALLA QUERELA COLLETTIVA DELL’AVV SANDRI CONTRO BASSETTI E QUELLA PER IL GREEN PASS CHE E’ A PAGAMENTO
  10. PROPOSTA PAOLO
  11. PROPOSTA STAMPA DI MAGLIETTE PERSONALIZZATE (DANIELE)
  12. ADESIONE INDIVIDUALE O DEL FUOCO AL ”FRONTE DEL DISSENSO”
  13. ALTRE ED EVENTUALI

 

Una Generazione In Bilico

Serata estremamente interessante ed istruttiva quella che si è svolta la sera del 12 di luglio, a Sordevolo (Biella), organizzata da Traterraecielo.live e da R2020 Biella. Tra una portata e l’altra, servite dal personale del ristorante “I 4 Folli”, i presenti hanno potuto godere della presenza, e delle parole, di eminenti relatori, i quali hanno illustrato le condizioni, i problemi, i disagi che bambini e adolescenti hanno avuto (subito?) tra limitazioni di libertà e stravolgimenti scolastici.

Con un contributo video, ha aperto la serata l’attore e regista Antonio Bilo Canella, esordendo che solo con l’esempio, e senza l’aspettativa di un ritorno immediato, genitori ed insegnanti possono ottenere il maggiore apprendimento dai ragazzi.

La dottoressa Patrizia Scanu, psicologa e insegnante, portavoce di Sinergetica (http://sinergeticapsi.org/), riportando dati redatti dai loro studi, ha presentato un quadro allarmante delle condizioni psicologiche e fisiche di bambini e ragazzi, dovute alla quarantena forzata, l’interruzione scolastica, l’uso continuo della mascherina. Condizioni presentate alla sala stampa della Camera, a Roma, ma che non hanno avuto nessun esito, poiché rimaste inascoltate.

Anche due insegnanti, Daniele Crepaldi e Manuela Baretta, del liceo Sella di Biella, e tre loro studenti, oltre ad un universitario, hanno arricchito la serata con le loro testimonianze.

Il dottor Massimo Citro, autore, tra gli altri, dei libri Cepus Dei ed Eresia, ha confermato che i bambini e ragazzi, nonostante possano infettarsi, non si ammalano, per cui la chiusura delle scuole non può essere motivata da cause scientifiche o mediche, ma da altra natura.

Scaricare su di loro ansie e responsabilità, uccidendone l’entusiasmo, le passioni, l’allegria, ha causato tali danni da aspettare anni prima che si possano risolvere. Se mai si risolveranno.

La battagliera e determinata Solange Hutter, ex preside del liceo Marini-Gioia di Amalfi, ed unica preside, come ha tenuto a sottolineare, ad aver parlato quando ha intuito che nella scuola stava avvenendo un pericoloso cambiamento, in atto già da molti anni, ma che ora stava per raggiungere il culmine, e che avrebbe coinvolto soprattutto i ragazzi. Solange non è stata tenera con la scuola, né con quei docenti e quei genitori che si sono resi complici di questo cambiamento.

Ci ha ricordato che la scuola, malata da tempo, riversa sugli studenti il proprio malessere, rendendoli, a loro volta, adulti malati ipocondriaci.

L’appello dei relatori è stato unanime: salviamo i nostri ragazzi.

Salviamoli dalla tristezza, dalla solitudine, dalla depressione, dall’abbandono, dalla paura del futuro.

Ridiamogli la gioia di vivere, l’allegria della loro età, l’abbraccio delle persone care, la fiducia nella vita.

Doniamo loro gli strumenti per diventare adulti liberi, consapevoli e responsabili e, per concludere con le parole di incoraggiamento di Antonio Bilo Canella, con la consapevolezza che la trasformazione di questa era accadrà. Indubitabilmente accadrà. Non è possibile che non accada. L’unica variabile è quanto tempo ci metteremo.

Questo dipende da noi.

Buona visione

https://youtu.be/V3VsG-ILEcs

 

Maria Palladino

 

 

Sono un ebreo

È giunto il momento di non nascondersi più, di non subire più passivamente la pressione violenta dell’ennesimo esecutivo scollato dalla volontà popolare.

Un esecutivo strutturato nelle stanze del potere e non nelle urne elettorali, che segue una agenda inquietante che vede nel pretesto sanitario la leva per plasmare un mondo orribile e disumano.

Oggi ci si chiede di esibire un Green Pass, un lasciapassare, un Ahnenpass, per dimostrare che siamo liberi, un ossimoro, ottenere una certificazione di libertà equivale ad essere sottoposti al vaglio di una autorità che ce la concede, chi ha questo potere può anche esercitare il potere di non concedercela.

Inoltre, le condizioni necessarie a tale “concessione” sono assai invasive della dignità di ogni essere umano: bisogna inocularsi un farmaco, quasi tutti genici, sperimentale.

Questo dimostra che quanto abbiamo sempre valutato come acquisito, ossia che siamo nati liberi, è decaduto, che ogni presidio di dignità umana è decaduto, che ogni codifica di diritto è polverizzata.

Come possiamo fare a mostrare apertamente il nostro dissenso, con un gesto assorbente, che da solo rende chiaro ciò che stanno facendo?

Andremo nel mondo con la stella gialla

Se volete imporci un “lasciapassare” disumano, se volete discriminare chi non vuole allinearsi a queste imposizioni ferocemente totalitariste, se volete farlo senza darlo a vedere allora saremo noi a mostrare cosa state veramente realizzando, lo faremo con un gesto esemplare, sfacciato, chiaro, impossibile da ignorare.

Ne parleremo compiutamente a Bolsena, a inizio settembre.

“Io sono un ebreo” e tu, tu che mi costringi a questo, cosa sei?

Mostriamo a tutti cosa succede, mostriamoci fra di noi e agli altri, dobbiamo agire:
Non si fermeranno mai da soli!

 

Mario Biglietto
fuoco di Pomigliano

Progetto “Spazio Libero”

L’esigenza di trovare spazi in cui si possa respirare ancora quella libertà che abbiamo conosciuto fino a due anni fa è diventata una necessità ineludibile.

Nella nostra azione di contrasto al sistema di potere instaurato ― che pure resta primaria rispetto ad ogni altra ― dobbiamo vivere da esseri umani, che è cosa assai differente da come ci hanno organizzato non la vita, ma questa squallida sopravvivenza.

Il progetto “Spazio Libero” vuole creare delle oasi condivise di socialità e convivialità, immerse in contesti affascinanti, tanto naturali quanto cittadini, una sorta di “case sicure” per tutti quelli che condividono questa aspirazione, in modo che possano realizzare questo desiderio di quanto dovrebbe essere scontato.

Stiamo cercando strutture e luoghi adatti a questo, ne abbiamo già trovati alcuni che a breve condivideremo, continueremo a lavorarci.

Questo progetto è stato una naturale evoluzione alla reazioni che suscitano i consueti proclami “restrittivisti” dei sindaci rivieraschi, dover vivere in un modo così oppressivo quella che dovrebbe essere una vacanza è inaccettabile.

Questa rappresenta solo una anticipazione del progetto che presenterò in maniera compiuta a Bolsena, ad inizio settembre.

Chiedo quindi a tutti voi, se avete pure voi questa esigenza, di aiutarci a creare una efficace rete condivisa.

Mario Biglietto
fuoco di Pomigliano