RASSEGNA STAMPA – SETTIMANA 29

Questa settimana partiamo in decisa controtendenza con due casi studio, drammatici ma educativi, affinchè ciò che sta accadendo possa fermarsi per non ripresentarsi mai più. Presenteremo due casi di grave correlazione, evidente ed in via di accertamento, da danno vaccinale, Santo Giuliano, giovane ballerino professionista andato in infarto cardiaco, e Maurizio Karra, giornalista siciliano. Entrambi sopravvissuti ma segnati per la vita

Nella ventinovesima settimana del 2021, si assiste alla realizzazione dell’ennesima misura liberticida che il mainstram, l’anno scorso, bollava come fake news cospirazionista. D’altronde il lettore, che si approccia a questa breve rassegna, avrà capito che oggi tutto ciò che svela i piani di accerchiamento e smembramento delle realtà nazionali, viene bollato come fake news.

Ebbene dopo l’esempio francese, anche l’Italia ha adottato, per Decreto Legge, il Green pass come strumento discriminatorio di Stato, al di la di ogni costituzionalità ed evidenza scientifica.

Si tratta evidentemente di leggi vaccinissime in decisiva somiglianza, non tanto per assonanza, quanto per contenuto e metodo con quelle fascistissime del secolo scorso. Vedremo quindi la presentazione e le relative reazioni a caldo.

 Nella sezione LA SETTIMANA DELL’ODIO, vedremo inoltre, come esercizio scolastico, un’analisi dell’incattivimento comunicativo nella settimana che ha preceduto l’emanazione del pass vaccinale. 

Seguiranno alcuni episodi di protesta a caldo, che hanno portato soprattutto a Torino a riempire le piazze.

Si chiuderà col calendario delle proteste organizzate in TUTTA ITALIA SABATO 24 LUGLIO 2021

 

Rassegna stampa a cura di Davide Viscusi per R2020

CHI, PER POCO, MA CE L’HA FATTA

Ospitiamo due casi, significativi per correlazione e gravità, presi a rappresentare i pericoli cui si va incontro nel momento in cui si decide di farsi inoculare le terapie geniche, in corso di sperimentazione, erroneamente spacciate per vaccini.

 

Infarto per Santo Giuliano, ballerino professionista di Amici

Santo Giuliano, ballerino professionale lanciato dal programma Amici fa la prima dose, e 5 giorni dopo va in arresto cardiaco. Fortunatamente essendosi sentito male il giorno prima, al momento dell’arresto si trovava in ospedale. E’ stato così rianimato e salvato.

Qualche anima “candida” o qualche apologeta indefesso potrà anche sostenere che non c’è correlazione, tuttavia secondo i medici tale correlazione è fortemente sospettabile, tant’è che gli hanno sconsigliato la seconda dose.

Giuliano ce l’ha fatta, non perché è forte o fortunato, ma perché si trovava in ospedale al momento dell’arresto cardiaco.

Libero quotidiano-Santo Giuliano

 

Il dramma: giornalista si vaccina, sviluppa trombosi e perde la gamba

Maurizio Karra, sviluppa serie trombosi sparse, a seguito del vaccino, e l’unica strategia che li viene offerta per salvargli la vita è l’amputazione di un arto.

Sembra un racconto dell’orrore ma sta succedendo davvero.

Il Tempo – Maurizio Karra

 


PROVE TECNICHE DI REGIME

Il governo italiano, approfittando della via aperta dalla Francia, con un autoritarismo che non si vedeva dai tempi dell’ariana svastica, emana un Decreto Legislativo ( scaricabile qua sotto ) che tra i vari punti annovera anche l’adozione obbligatoria del pass vaccinale, come strumento di concessione delle libertà sociali sottratte.

Lo stesso Draghi lo presenta con queste parole:

“Il green pass non è un arbitrio ma la condizione per non richiudere. L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”.

Molte le inesattezze, tante quanto la voluta omissione dei dati statistici. Ai massimi storici la retorica vaccinista, con piglio da uomo al comando, che oggi fa molti proseliti; il tutto per ingannare l’ascoltatore facendo passare uno pericoloso strumento discriminatorio e divisivo come la profilassi sociale definitiva.

Non è scopo della presente analizzare i contenuti dell’ennesimo Decretino punto per punto. Appare invece di estrema importanza sottolineare la gravità del momento storico, che gli intellettuali del nostro secolo, che ovviamente rimpinguano le fila della resistenza, hanno paragonato agli decenni bui del Novecento.

Riportiamo di sotto un estratto di vari interventi che restituisce lo spaccato sociale di un paese vessato dalla “Bestia Nera”, termine con cui Gramsci definiva il neoliberismo imperialista liberticida.

Un paese privo di identità, che paradossalmente la sta ritrovando proprio nella resistenza ad una rinnovata, seppur silente, dominazione straniera.

 

Decreto Covid-22 Luglio

       
254 Download

 

 

Analisi conferenza – Contro Tv

Piazza Roma – Arnaldo Vitangeli

Byoblu – Torino in piazza

 


LA SETTIMANA DELL’ODIO

Offriamo adesso lo spaccato medio della comunicazione propagandistica che ha preceduto l’imposizione del pass vaccinale.

 

I Novax riempiranno gli ospedali

Chiosando i Simpson, con Capua la paura fa Novanta.

Ebbene si, la novità è che un popolo sano ed estraneo al ricatto di big Pharma diventa un pericolo sociale per ragioni non meglio definite. Non sarà che anche in questo caso il padrone vuole universalizzare i propri interessi particolari?

Huffingtonpost- Capua novax riempiranno ospedali

 

Confindustria: o ti pieghi o sei fuori

Confindustria, nella settimana dell’odio, si spinge perfino a sostenere il licenziamento in caso di mancato vaccino. Si trattava chiaramente di una minaccia di natura propagandistica irrealizzabile, finalizzata a far ripartire l’adesione vaccinale in crollo.

https://www.imolaoggi.it/2021/07/20/vaccino-confindustria-minaccia-i-lavoratori/

https://www.agi.it/economia/news/2021-07-20/confindustria-senza-green-pass-si-rischiano-lavoro-salario-13325961/

 

 

Vaccinato e a viso libero

Bassetti, a mani giunte, auspica il giorno in cui i vaccinati potranno togliersi la maschera e riprendere a girare liberi (dagli incubi di bilancio delle multinazionali del farmaco, NDR).

Quotidiano.Net- Niente maschera per i vaccinati

 

Il Super-greenpass

La strategia è sempre la stessa: minacciare il peggio per poi accordarsi sul meno peggio.

Ebbene nella settimana dell’odio si suggeriva ai cittadini non vaccinati che, in caso di approvazione del Super-green-pass, sarebbero stati a loro interdetti i supermercati e i trasporti pubblici.

Quotidiano.net – Scuole ristoranti supermercati

 

Spagna: l’annuncio della terza inoculazione

L’asticella della paura deve rimanere alta anche all’estero, così la Spagna parla di terza dose per l’autunno a causa dell’ultima variante trovata.

Ci si chiede che cosa abbia a che fare con la profilassi sanitaria una terza dose, mai studiata né tantomeno testata.

20minutos.es

 

Spagna la macchina dei contagi

L’articolo ospitato sulla testata spagnola è un buon esercizio di decodificazione della nuova metodologia totalitaria che ci ossessiona da più di un anno solare: la terza dose è gia stata decisa ma occorre giustificarla. Quindi quale miglior metodo che l’accender la macchina del contagio la quale, spacciando un’epidemia di tamponi per un’epidemia reale, è riuscita con successo a costringere a domicilio i popoli europei per un anno e mezzo?

Il metodo di invalidazione di questa metodologia, per usare un’espressione di Popper, consiste nell’andare a controllare la saturazione ospedaliera. Non a caso i numeri d’ospedale non sono mai stati nemmeno accennati.

ultimahora.es

 

Il pass vaccinale, la nuova normalità 2.0

Franco Locatelli, coordinatore del Cts e presidente dell’Istituto superiore di sanità, intervistato da Repubblica, probabilmente in un momento di lapsus freudiano parla di Cabina di regia!

Avrà mica l’intenzione di smascherare la fiction?

Calmate gli entusiasmi, voi che ambite al ritorno della trasparenza e del lustro di patria, il tecnocrate è solo stato imboccato circa l’imminente pass discriminatorio, e adopera i termini che maggiormente si avvicinano alla sua idea di guida totalitaria.

Imolaoggi.it- Accesso per chi è vaccinato

 

Il Misfatto quotidiano presenta la punizione

Il giornale di Marco Travaglio anticipa le manovre sanzionatorie che colpiranno i reticenti alla sperimentazione di massa.

Ci si chiede se non sia il caso di mutare il titolo della testata in Misfatto Quotidiano

Ilfattoquotidiano.it – 400 euro di multa per chi ne è sprovvisto

 


LA RESISTENZA

Di seguito si da voce a personalità note e meno note che in questo decennio buio vanno a costituire il fronte oppositivo alla disgregazione dei diritti sociali e nazionali.

 

Eleonora Brigliadori denuncia il golpe vaccinista in diretta

La nota giornalista, chiamata per fare campagna di vaccinazione in regione Abruzzo, IN DIRETTA non ci sta e fa un servizio meraviglioso sulla libertà di scelta che restituisce orgoglio e lustro alla sua professione.

Eurojust coordinerà l’inchiesta sulle morti anomale

Le inchieste sulle morti anomale dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca verranno coordinate da Eurojust, l’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale. I magistrati liguri, così come quelli delle altre procure italiane ed europee, metteranno a disposizione gli elementi raccolti in questi mesi di indagini.

Ansa.it

 

Torino: Green pass? No grazie

Parte da Torino la rivolta contro il Green Pass obbligatorio per accedere alle attività aperte al pubblico. L’iniziativa è stata lanciata da Ivano Verra, il candidato sindaco alle prossime amministrative per la lista Italexit di Gianluigi Paragone.

Verra ha infatti diffuso un manifesto che può essere scaricato da qualsiasi attività commerciale dove vi è scritto: “Benvenuto/a!Qui non chiediamo il Green Pass per entrare. Ce l’hai? Bene! Non ce l’hai? Va bene uguale! Noi vogliamo solo fare il nostro lavoro, che non è quello di fare i controllori”.

Torinotoday – l opposizione di Verra, candidato sindaco

 

Grecia in piazza

Il popolo greco, vessato da oramai quasi un decennio di austerità imposta, scende in piazza contro il green pass.

Casa del Sole

 

Francia il piazza

La Francia, paese colpito dal pass divisivo qualche giorno prima dell’Italia, porta in piazza una massa enorme di cittadini rivoltosi. E’ a rischio la tenuta del governo

Casa del Sole

 

Avvocato Fusillo, siamo la resistenza

L’avvocato, noto per aver preso in mano la difesa dei diritti costituzionali, parla della costruzione della resistenza civile.

LuxAlibi – Avvocato Fusillo

 


Eventi di protesta in Italia SABATO 24 LUGLIO 2021

ROMA: PIAZZA DEL POPOLO, 17:30

GENOVA: PIAZZA DE FERRARI, 17:30

FIRENZE: Piazza della Signoria, 17:30

TORINO: PIAZZA CASTELLO, 17:30

MILANO: Piazza Fontana, 17:30

NAPOLI: PIAZZA DANTE, 17:30

BOLOGNA: Piazza Maggiore, 17:30

SAVONA: Piazza Sisto IV, 17:30

PADOVA: Piazza Duomo, 17:30

VERONA: Piazza Bra, 17:30

CAGLIARI: Piazza Garibaldi, 18:00

BERGAMO: Davanti la Procura, 17:30

BRESCIA: Piazza della Vittoria, 17:30

CATANIA: Fontana dell’Elefante, 17:30

PALERMO: Piazza Castelnuovo, 17:30

MESSINA: Piazza Duomo, 17:30

RAGUSA: Piazza Libertà, 17:30

LECCE: Piazza Sant’Oronzo, 17:30

REGGIO EMILIA: Piazza della Vittoria, 17:30

TRIESTE: Piazza Unità d’Italia, 17:30

BIELLA: Piazza Martiri della Libertà, 17:00

ALESSANDRIA: Piazza della libertà, 17:30

NOVARA: Piazza Puccini, 17:30

PARMA: Piazza Garibaldi, 17:30

PESCARA: Piazza della Rinascita (Piazza Salotto), 17:30

ANCONA: Piazza Cavour, 17:30

UDINE: Piazza della Libertà, 17:30

TREVISO: Piazza dei Signori, 17:30

VENEZIA: Campo SAN GEREMIA –

PALAZZO DELLA RAI, 17.30

TRENTO: Piazza Dante, 17:30

VARESE: Piazza Monte Grappa, 17:30

COSENZA: Piazza Bilotti, 17:30

PORDENONE: Piazza XX

SETTEMBRE ore 17:30

RAVENNA: Piazza del popolo, 17:30

LUCCA: Piazza Napoleone, 17:30

FERRARA: Piazza Trento, 17:30

OSTIA: VIALE MEDITERRANEO 85, dalle 15:00 alle 20:00

FORLÌ: piazzale della Vittoria, 17:30

LODI: Piazza della Vittoria, 17:30

MONZA: Piazza Trento, 17:30

COMO: Piazza Cavour, 17:30

ASCOLI PICENO: Piazza del Popolo, 17:30

SALUZZO (CN): Piazza Cavour, 17:30