Presidio a Siena contro il 5G

l’otto maggio alle dieci si terrà a Siena in piazza del duomo un presidio per fermare il 5G. Scendiamo tutti in piazza per difendere la nostra salute e per impedire che il governo aumenti le emissioni di onde elettromagnetiche che danneggiano sia l’ambiente che le persone!

Manifestazione del 25 aprile 2021 a Firenze.

Il Fuoco di Siena aderisce alla manifestazione del “Coordinamento toscano per la fine dello stato d’emergenza” per dire NO AL NUOVO REGIME AUTORITARIO DEL CONFINAMENTO, che si terrà a Firenze il 25 aprile 2021 dalle ore 15.30 in piazza Santa Maria Novella. La manifestazione è “autorizzata” pertanto è consentito raggiungere Firenze anche dalle altre province. Scendiamo ancora una volta in piazza a difesa delle libertà e dei diritti costituzionali violati!

LETTURE PER I DIRITTI E LA DIGNITÀ, PER LA LIBERTÀ DI SCELTA E DI CURA

 

Sabato 6 febbraio 2021 in Piazza Salimbeni dalle 15.30 il Fuoco di Siena torna a manifestare per difendere le libertà costituzionali ed i diritti dei cittadini contro i poteri delle multinazionali e della finanza internazionale che mettono in ginocchio la democrazia e la sovranità degli stati nazionali. Unisciti a noi!

LETTURE PER I DIRITTI E PER LA DIGNITÀ

Scendiamo in piazza per riaffermare i diritti costituzionali violati attraverso letture di brani che affrontano il tema della sovranità individuale con particolare riferimento alle libertà di scelta e di cura.

Manifestazione “Libero di scegliere” 17 gennaio 2021, Firenze

Il Fuoco di Siena aderisce alla “giornata di informazione vaccini covid-19” su prevenzione, cura, salute e diritti. La manifestazione è autorizzata dalla questura di Firenze, ed è a carattere regionale; tra i relatori i medici Mariano Amici e Pasquale Bacco, il biologo Franco Trinca, e la nostra scrittrice e saggista Sonia Savioli. L’appuntamento è a Firenze in Piazza della SS. Annunziata dalle 14.00. All’evento hanno aderito numerose associazioni del territorio. Invitiamo tutti coloro che vogliano informarsi consapevolmente sull’argomento a partecipare numerosi per difendere anche in piazza il proprio inviolabile diritto alla libertà di cura.