Ucraina, bomba Usa in Europa – M.Dinucci

Caccia F-16 Usa, inviati dalla base di Aviano, sono impegnati in «complesse operazioni aeree» in Grecia, dove ieri è iniziata l’esercitazione Iniochos 21. Appartengono al 510th Fighter Squadron di stanza ad Aviano, il cui ruolo è indicato dall’emblema: il simbolo dell’atomo, con tre fulmini che colpiscono la terra, affiancato dall’aquila imperiale. Sono dunque aerei da attacco nucleare quelli impegnati dalla US Air Force in Grecia, che ha concesso nel 2020 agli Stati uniti l’uso di tutte le sue basi militari. Partecipano all’Iniochos 21 anche caccia bombardieri F-16 e F-15 di Israele ed Emirati Arabi Uniti. L’esercitazione si svolge sull’Egeo a ridosso dell’area comprendente Mar Nero e Ucraina, dove si concentra la maxi esercitazione Defender-Europe 21 dell’Esercito Usa.

Continua a leggere

Azioni legali nel mondo contro misure covid, 5G e altro

Diversi gruppi di attivisti, scienziati, medici e avvocati nei diversi paesi d’Europa e nel mondo negli ultimi mesi si sono organizzati per avviare azioni legali contro governi, media, social media e autorità locali. Le tematiche sotto inchiesta e accusa riguardano l’uso inappropriato dei temponi (PCR test) e la loro discutibile veridicità, le misure restrittive di lockdown e loro conseguenze socio-economiche, gli abusi sull’obbligatorietà dell’uso di mascherina e le vaccinazioni covid. I documenti delle azioni legali elencate sono reperibili (non tutti) presso la Commissione Internazionale

  Continua a leggere

♥ Siamo sempre più vicini!

Grazie al lavoro incessante della Commissione  Rete Internazionale di R2020 e ai Fuochi R2020 accesi in Europa e nel resto del mondo cresce, nonostante le restrizioni, un nuovo senso di comunità.

Gli ospiti del webinar “Che cosa succede nel resto del mondo” di giovedì 25 marzo hanno narrato con passione quello che vivono quotidianamente e con i loro racconti hanno donato forza alla Resistenza e alla Rinascita. ♥ Siamo sempre più vicini!

Un abbraccio e un grazie di cuore a Vedrana, a Leopoldo Salmaso dalla Tanzania, a Fabio, medico italiano che ha vissuto l’ultimo anno in Spagna, a Laura dalla Germania, a Silvia del Fuoco di Amsterdam e a Fabio del Fuoco di Mannheim.

Qui potete rivedere il webinar

Qui potete vedere il video dell’ultimo saluto al Presidente Megafuli

Qui potete vedere la presentazione sulla situazione della Germania proposta dal Fuoco di Mannheim

Tutti i webinar di R2020 sono sempre online alla pagina VIDEO del nostro sito, guardateli tutti!

 

R.I.P. John Pombe Magufuli

La testimonianza di Leopoldo Salmaso dalla Tanzania, al funerale del Presidente John Pombe Magufuli.
“Un’intera nazione che amava il suo presidente. Un uomo dai metodi spicci, ma che ha salvato la gente della Tanzania e gli ha fatto fare cose enormi.
Tutta la città di Dar-es-Salaam è in strada per dare l’ultimo saluto al Presidente probabilmente più amato nella storia della giovane nazione. Il feretro passa per le strade, dove la folla lo attende tra canti funebri, pianti e preghiere, e una marea di moto segue il corteo per mostrare partecipazione.
Nella prima parte del video si vede lo Stadio nazionale di Dar es Salaam, grandissimo, strapieno di gente, e ce n’è altrettanta fuori che non è potuta entrate. Dallo stadio il feretro è stato trasportato all’aeroporto. Nella seconda parte del video si vedono tutte queste persone che hanno seguito il corteo, hanno saltato i cancelli e sono entrati: volevano letteralmente abbracciare l’aereo!“
Questa è la sola evidente dimostrazione dell’amore della Tanzania per il suo Presidente.
Ben altro che le notizie infamanti pubblicati dai giornali italiani.

Guarda il video

“Fermare tutte le campagne di vaccinazione di massa contro il Covid-19” – l’appello di Geert Vander Bossche, ricercatore belga indipendente, dottore di ricerca in virologia

Dobbiamo fermare tutte le campagne di vaccinazione di massa contro il Covid 19 in corso perché un beneficio temporaneo per la salute dei gruppi più vulnerabili non giustifica un disastro sanitario pubblico internazional.

Continua a leggere

IVERMECTIN, UN FARMACO ESSENZIALE PER RIDURRE LA GRAVITA’ DELLE MALATTIE E DEI DECESSI CAUSATI DAL VIRUS SARS-COV-2 (COVID-19)

Secondo le pubblicazioni scientifiche internazionali Ivermectin non solo riduce le morti per COVID-19 ma può essere utilizzato per proteggere medici e infermieri dall’infezione con un incredibile efficacia al 89%. Gli ultimi dati dimostrano che con l’attuale tasso di mortalità globale, se usato in tutti i paesi, salverebbe 300.000 vite al mese. 44 pubblicazioni scientifiche dimostrano una riduzione del 75% dei decessi rispetto al gruppo di controllo. Gli studi scientifici hanno coinvolto 356 scienziati e 15.420 pazienti e hanno dimostrato un miglioramento del 89% come profilassi in 11 studi clinici e del 82% nel trattamento precoce in 15 studi clinici. 23 studi controllati randomizzati hanno dimostrato un miglioramento del 70%. Inoltre, gli studi dimostrano riduzione della mortalità al 75% per tutti i giorni di trattamento e la riduzione al 80% nel trattamento precoce. Un medico belga ha dichiarato, se autorizzato ad usarlo in Belgio, in 6 settimane riuscirebbe a debellare il virus nel paese.

Continua a leggere